Official Scandicci Calcio Website

LO SCANDICCI NON SI ARRENDE MAI!

💙 LO SCANDICCI NON SI ARRENDE MAI! 💙
Con le unghie e con i denti, ma soprattutto con il grande, immenso cuore Blues: una rimonta fantastica al termine di una stagione lunghissima, estenuante, paradossale. Il gruppo di mister Claudio Davitti e del presidente Fabio Rorandelli, ma anche di ogni singola componente di squadra, staff e società, non si è mai arreso. Neanche quando per molti sembrava una missione (quasi) impossibile.
L’inizio complicato, il Covid, le tante partite rinviate. L’ultimo posto a -7 dalla salvezza (anzi, dai playout, poi cancellati), fino alla prima vittoria della svolta: quella sul campo del Trastevere allora capolista (arrivato poi 2°) per 1-0, proprio prima di Natale. Ad inizio 2021 nuove difficoltà, la serie difficilmente replicabile di 13 partite in 49 giorni (quasi un primato nel calcio italiano). Ma è qui che il gruppo si cementa, prende forza e consapevolezza. Giocarsela con tutti, senza troppi calcoli. Così arrivano i successi sul campo del Foligno (1-0) e del Montespaccato (4-2), più quelli contro Sinalunghese e Follonica Gavorrano al Bozzi (doppio 2-1). Ma anche tante prestazioni importanti seppur avare di punti.
Fino alla sconfitta per 3-2 a Flaminia, con i Blues in superiorità numerica fin dal 1′ e rimontati dagli avversari. Un ko che poteva tagliare le gambe a molte squadre. Ma non allo Scandicci. Che si rimette in sesto e riparte ancora. Il successo sul campo del Tiferno per 3-1 a metà aprile, poi il pareggio al Turri contro il Trastevere e la vittoria, al Bozzi, contro il Foligno per 3-0 dopo una sosta anomala di 20 giorni. Per arrivare al decisivo scontro sul campo del Grassina: Scandicci in dieci dai primi minuti, partita di orgoglio e carattere e vantaggio a 5 minuti dalla fine, prima del pari avversario nel recupero. Ma una partita che dà ulteriore consapevolezza ai Blues, che tre giorni dopo battono 2-0 la Pianese al Turri.
Poi la nuova sosta, la ripresa con la sfortunata sconfitta di Cannara e il successo fondamentale al Turri contro il Montespaccato (con rimonta dall’1-3 al 5-3). Il match point fallito con lo 0-2 casalingo con il Lornano Badesse (4 legni e un rigore sbagliato), fino all’apoteosi di ieri a Sinalunga davanti ai tifosi dell’Onda Blues arrivati da Scandicci. Un 3-0 che ha sancito una salvezza inseguita tutta la stagione.
Un’annata che i Blues hanno chiuso con 35 punti (37 sul campo), dopo che lo scorso campionato (interrotto dal Covid) avevano ottenuto il miglior piazzamento della storia dello Scandicci (6° posto nella 4° serie del calcio italiano). 20 i punti conquistati in casa, 17 quelli in trasferta, con 42 gol fatti e 49 gol subiti. Una rimonta certificata dai 17 punti fatti nelle ultime 10 partite della stagione. E il prossimo… sarà il 15° anno consecutivo dello Scandicci in Serie D!
Un risultato che comprende un altro piccolo, grande obiettivo: il mantenimento del campionato Nazionale anche per gli Juniores. Non certo un dettaglio per la grande famiglia Blues. Dalla Scuola Calcio Élite alla Prima Squadra, si continua a stare ai vertici del calcio dilettantistico. Lo Scandicci non molla mai. MAI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.